De… Kieran Tierney

De… Kieran Tierney

18 Marzo, 2019 0 di Alfredo Montalto

Ruolo Terzino sinistro
Luogo di nascita Douglas, Isola di Man, Scozia
Data di nascita 05/06/1997
Club Celtic Glasgow
Piede Mancino
Altezza 1.78
Peso 75 kg

Uno che ha vinto il Scotland’s PFA Young Player of the Year Award per tre anni e che è già stato capitano del Celtic Glasgow e della nazionale scozzese. A 21 anni. Tierney ha le stigmate del predestinato ed è una delle nuove speranze del calcio scozzese. Ha fatto tutta la carriera, fin dalle giovanili, al Celtic ed è già uno degli idoli dei tifosi dei The Hoops .


Momentum

📅 09/11/2017, Pittodrie, Amichevole, Scozia – Olanda 0-1: Tierney, alla precoce età di 20 anni, gioca per la prima volta con la fascia di capitano della nazionale scozzese.


Caratteristiche fisiche

Tierney ha il baricentro basso e usa bene la parte posteriore del corpo per coprire il pallone. È anche forte nei contrasti, che spesso effettua posizionando il corpo in modo da sfruttare il suo baricentro. È molto rapido di gambe, oltre ad essere un razzo sui 15-20 metri. Oltre alla velocità, il suo punto di forza è l’atletismo: lo dimostra in varie occasioni, per esempio nel rialzarsi in un attimo, dopo essere finito a terra.
Ha una buona resistenza e una facilità di corsa impressionante: con il passare dei minuti non sembra risentire della fatica.

Ha una grande capacità di distensione degli arti inferiori, che rendono efficaci le sue scivolate.

Lo scozzese è molto ben strutturato muscolarmente ma piuttosto piccolo ed è inevitabile che conceda centimetri sulle palle alte. Non è bravo di testa e lo rende evidente lo schema del Celtic sui rinvii dei portiere avversari: li segue il centrale Ajer, mentre Tierney va a coprire la posizione del norvegese.

Ha subito, a ottobre 2016, una rottura parziale del legamento crociato che lo ha costretto a tre mesi fuori dal campo. A dicembre 2018 ha avuto un infortunio all’anca, tornando in campo in 70 giorni.


Caratteristiche tecnico-tattiche

Fase offensiva

Capacità tecniche

Tierney è abbastanza limitato tecnicamente: sbaglia spesso passaggi e non è sicuro palla al piede. Guarda i piedi quando deve eseguire i controlli. Scarsa coordinazione sulle palle alte e su controlli al volo. Scelte affrettate e sbagliate quando pressato. Molto umile nelle giocate, forse consapevole dei propri limitati mezzi tecnici.

Comportamento tattico

Lo schieramento del Celtic è un 4-2-3-1 asimmetrico, dove Tierney ricopre il ruolo di terzino sinistro. L’asimmetria è dovuta dal fatto che Lustig, difensore centrale, viene schierato terzino destro, garantendo più copertura in fase di possesso, quando spesso Tierney si sgancia per cercar gloria nella metà campo avversaria. Nel giro palla difensivo, spesso è un mediano (Ntcham) ad abbassarsi sulla linea dei difensori e a permettere a Tierney di avanzare sulla sinistra, diventando quasi un esterno offensivo.
Quando la sua squadra ha la palla, gioca in costante proiezione offensiva, sulla linea dei centrocampisti.

Peculiarità

Tenta spesso il “dai e vai” alle spalle del terzino avversario. Usa il piede mancino anche quando dovrebbe usare il destro. A parte quando è sulla corsa, non tenta mai il dribbling.

Tierney ripone molta, forse troppa, fiducia nei suoi mezzi atletici e in particolare nella sua velocità di gambe. Le classiche giocate tentate sono lo scarico all’indietro verso Ntcham o la sfida in velocità con il suo marcatore.

Non ha molta fantasia, se non riesce a prendere velocità sulla fascia gioca molto di posizione, ricevendo e scaricando palla indietro senza provare la giocata. I cross che esegue sono più che altro palloni calciati verso l’area di rigore, e raramente risultano pericolosi per le difese. Gioca molto di binario, non converge verso il centro.

Fase difensiva

Comportamento tattico

Tierney si rivela un terzino molto applicato e attento, che mantiene la propria posizione e difficilmente si fa saltare. Ha giocato anche – soprattutto con la nazionale scozzese – come terzino destro e centrale di difesa, disimpegnandosi bene e dimostrando un’ottima versatilità.

Si fa sorprendere alle spalle perché a volte è mal posizionato. In fase difensiva si posiziona troppo lontano all’uomo e spesso gli concede il cross.

Si è messo in luce soprattutto contro l’Inghilterra, il 10 giugno 2017, quando ha giocato centrale di destra nella difesa a 3, dimostrando grandi capacità nella lettura del gioco e nell’applicazione tattica in fase difensiva, pur giocando in un ruolo non suo.

Peculiarità

Bada molto alla sostanza e in caso di recupero palla in situazioni complicate non disdegna un calcione in avanti al pallone per evitare problemi. A volte usa troppo vistosamente le braccia e commette fallo.
Rimane concentrato quando il marcatore lo punta e non si fa sorprendere dalle finte, utilizzando le sue doti atletiche per rubargli il tempo e il pallone.

Manca di alcuni accorgimenti tipici del marcatore esperto, come il contatto per sentire l’avversario o il cercare di sbilanciarlo al momento della giocata


Caratteristiche comportamentali

Tierney è un giocatore di grande temperamento, aggressivo, ma molto corretto. I suoi contrasti sono spesso molto duri, ma sul pallone. Pecca un po’ di malizia, probabilmente causa giovane età. Ha ricevuto soltanto 10 cartellini gialli e 0 espulsioni in carriera. Si parla quindi di un ragazzo tranquillo, anche bravo a gestirsi caratterialmente all’interno della partita. Difficilmente commette falli stupidi, che gli possano costare dei cartellini.

È riconosciuto come un giocatore molto professionale, che dà il massimo in tutti gli allenamenti, oltreché nelle partite. È un tifoso fin dall’infanzia del Celtic Glasgow, dichiarando spesso la sua emozione nel vestire questa maglia.


Miglior pregio e peggior difetto

✅ La sua velocità lo rende molto pericoloso nelle sue scorribande offensive e – in fase difensiva – gli permette di neutralizzare esterni dotati di grande corsa.

❌ Gli errori tecnici limitano la sua efficacia quando si propone in fase offensiva.




Le 3 domande all’osservatore…

Che giocatore ricorda?

A livello fisico, è molto simile a Hysaj. Rispetto all’albanese, tuttavia, possiede capacità atletiche più importanti, come dimostra nelle sue tradizionali fughe sulla fascia. È più offensivo nel modo di giocare, nonostante curi bene anche la fase difensiva. 

Quanto lo valutereste (tenendo conto delle valutazioni di mercato odierne)?

20-25 milioni potrebbero essere una valutazione corretta di Tierney, considerando la giovane età e le caratteristiche. Sarebbe esagerato – ma dalla Premier ci si può aspettare di tutto – pagarlo molto di più. D’altronde, secondo il suo ex allenatore Brendan Rodgers, potrebbe giocare nelle prime quattro squadre d’Inghilterra. Se avesse ragione lui, il suo prezzo si alzerebbe.

Nei maggiori campionati europei che problemi potrebbe avere?

Le doti tecniche sono il principale problema di questo giocatore, che sbaglia spesso giocate elementari. Non avrebbe particolari problemi a reggere ritmi più pressanti rispetto a quelli del campionato scozzese, a causa del suo ottimo atletismo. Convincente anche dal punto di vista della personalità, nelle partite importanti ha spesso sfornato alcune delle sue migliori prestazioni.