De… Simon Deli

De… Simon Deli

28 Ottobre, 2019 0 di Alfredo Montalto

Livello: 6.5

RuoloDifensore centrale
Luogo di nascitaAbidjan, Costa d’Avorio
Data di nascita27/10/1991
ClubClub Bruges
PiedeSinistro
Altezza1.92
Peso84 kg



Momentum

📅  01/10/2019, Madrid, Champions League, Real Madrid – Club Bruges 2-2: Grandissima prestazione del Bruges e grandissima prestazione di Deli contro la Casa Blanca.

Caratteristiche fisiche

  • Corporatura: Longilinea, spalle larghe tendenti all’indietro, braccia possenti.
  • Fisico: Robusto, ma non troppo potente.
  • Velocità: Molto agile sul breve e rapido nei primi passi, bene anche in allungo.
  • Capacità coordinative e utilizzo del corpo: Bravissimo in elevazione, la statura e una grande capacità nel salto lo rendono quasi insuperabile sulle palle alte. Ha una buona coordinazione di base.
  • Infortuni: Gli capitano spesso problemi muscolari come stiramenti e contratture.

Caratteristiche tecnico/tattiche

Fase offensiva

Capacità tecniche

Qualità tecniche: Nettamente superiori alla media, si esibisce in giocate quasi da trequartista.

Piede debole: Utilizza benissimo anche il destro, con naturalezza.

Ricezione: Particolare che difficilmente sbaglia. Deli è molto elegante nel fondamentale e le gambe lunghe gli permettono di arpionare anche palloni complicati. Orienta bene lo stop per aprirsi la visuale e compiere una giocata efficace successivamente.

Passaggi/lanci: Solitamente precisi e con entrambi i piedi. Capitano errori – anche marchiani – soprattutto nelle partite in cui è più “sulle nuvole”.

Dribbling: Deli è sicuramente bravo nella gestione del pallone e ha nel dribbling una delle sue qualità. Il dribbling gli piace fin troppo: ne azzarda un numero esagerato, a volte complicandosi la vita e regalando il pallone agli avversari. 

Comportamento tattico

Ruolo: Gioca, solitamente, centrale di sinistra nel 3-5-2 del Bruges. Ha giocato anche come centro-mediano, ruolo che grazie alle sue doti tecniche, alla sua agilità e alla gestione dei tempi di gioco può compiere efficacemente. 

Movimenti: Si propone spesso per impostare il gioco e viene cercato molto dai compagni in costruzione. Il modo di giocare – aggressivo e alla ricerca costante della qualità – di Philippe Clement lo esalta.

Visione di gioco: Tendenzialmente buona, sia di testa che di piede effettua scelte corrette, anche se a volte ama giocare pericolosamente “al gatto col topo” con l’avversario, cercando dribbling improbabili.

Key-pass: La sua ottima tecnica – abbinata alla tranquillità con cui gestisce il pallone – gli permette di superare facilmente le linee di gioco avversarie. 

Peculiarità

– Deli viene cercato spesso sui calci piazzati dai compagni.

Fase difensiva

Comportamento tattico

Posizione: Difficilmente si muove dalla linea a 3 e non lo si vede mai seguire l’azione per raggiungere l’area di rigore. A volte resta troppo distante rispetto al centrale della difesa a 3 (per controllare l’attaccare esterno). In questo modo lo lascia solo in un pericoloso 1vs1 con l’attaccante o apre spazi per inserimenti nel buco difensivo che si crea.

Gestione avversario: Deli è un giocatore istintivo e con ottime letture situazionali. È bravo nell’utilizzo del corpo per affrontare l’avversario. Non è un giocatore facile da puntare, anche per le sue doti fisico/atletiche: regge botta anche contro avversari particolarmente piazzati e non va in difficoltà quando puntato in velocità.

Calci piazzati: Il Club Bruges difende a zona. Deli, grazie alle sue ottime letture, riesce spesso a trovare il pallone e respingerlo.

Peculiarità

– Un muro sulle palle alte. Difficilmente si fa superare di testa, è impressionante nello stacco e nella puntualità con la quale arriva all’impatto col pallone. 

– Legge bene le traiettorie aeree e si predispone in anticipo nella posizione giusta per colpire il pallone.

– Lavora molto bene in anticipo, mentre soffre le coperture a palla scoperta.


Caratteristiche cognitive/comportamentali

  • Comportamento: Deli gioca con assoluta – forse esagerata – tranquillità e sfrontatezza. Nello Slavia Praga era capitano, evidenziando quindi doti da leader, anche nel modo in cui comanda la difesa del Club Bruges.
  • Continuità: Il suo gravissimo difetto. Perde la concentrazione molto facilmente ed è rarissimo che giochi una partita completamente senza errori. Tra l’altro, a volte sbaglia grossolanamente giocate semplici per uno come lui.

Miglior pregio e peggior difetto

✅ Le pregevoli qualità tecniche.

❌ Le tante, troppe, disattenzioni. 




Le 3 domande all’osservatore…

Che giocatore ricorda?

Fisicamente, ricorda molto Cristian Zapata del Milan. Deli ha doti tecniche sicuramente superiori all’ex Milan, ma allo stesso tempo condivide col colombiano  le frequenti disattenzioni.

Quale potrebbe essere la sua valutazione economica (tenendo conto delle quotazioni di mercato odierne)?

10 milioni, considerando l’età non più giovanissima e la squadra di provenienza.

In un top club che problemi potrebbe avere?

Deli non è un giocatore adatto a un top club, a causa della scarsa concentrazione che è spesso causa di errori importanti. Potrebbe rivelarsi utilissimo, invece, per un club di livello medio-alto, soprattutto dove si lavora molto di impostazione dal basso in cui diventerebbero rilevanti le sue ottime doti tecniche.