De… Morgan Sanson

De… Morgan Sanson

20 Novembre, 2019 0 di Alfredo Montalto

Livello: 8

RuoloMezzala
Luogo di nascita Saint-Doulchard, Francia
Data di nascita18/08/1994
ClubMarsiglia
PiedeDestro
Altezza1.80
Peso73 kg



Momentum

📅  12/04/2018, Marsiglia, Quarto di Finale Europa League, Marsiglia – Lipsia 5-2: Dopo la sconfitta per uno a zero all’andata, ecco una grandissima prestazione di Sanson e del suo Marsiglia nella gara di ritorno, che permette alla squadra di Rudi Garcia di continuare la sua corsa. Arriveranno fino alla finale contro l’Atletico Madrid.

Caratteristiche fisiche

  • Corporatura: Baricentro basso, spalle mediamente larghe, in generale è un giocatore che regge ogni scontro fisico, impressionante sotto questo aspetto.
  • Fisico: Gambe e braccia mediamente muscolose, fisico resistente: insomma ben piazzato fisicamente. Non ha grande elevazione.
  • Velocità: Buona velocità sia sul lungo sia sul breve, Sanson è un giocatore agile e mobile. La sua caratteristica migliore è però la resistenza: corre dall’inizio alla fine del match senza sosta.
  • Capacità coordinative e utilizzo del corpo: Ottima coordinazione volante. Utilizza benissimo il corpo negli scontri fisici, sfruttando il baricentro basso e la buona muscolatura per vincerli. 
  • Infortuni: Nell’aprile 2015, quando aveva 20 anni, ha subito la rottura del legamento crociato. Il recupero da record lo ha riportato in campo già a novembre dello stesso anno, a cui ha fatto seguito però una ricaduta a gennaio 2016, con ulteriore infortunio al ginocchio. Dal 2016 ad oggi non ha avuto infortuni rilevanti.

Caratteristiche tecnico/tattiche

Fase offensiva

Capacità tecniche

Qualità tecniche: Sanson è dotato di un ottimo piede destro. È un giocatore che, nel Marsiglia, alza il livello tecnico della squadra. Non è troppo elegante, ma sicuramente è efficace: difficilissimo sottrargli la sfera quando ce l’ha fra i piedi (anche grazie all’utilizzo del fisico). Gestisce bene il pallone anche spalle alla porta, grazie all’ottima protezione del pallone.

Piede debole: Bene anche col mancino, non rifiuta la giocata sul piede debole e lo utilizza anche per tirare in porta, mantenendo buona potenza e precisione.

Ricezione: Buona, anche se non è sempre perfetto in questo fondamentale.

Passaggi/lanci: Predilige il fraseggio nello stretto, è molto preciso in questo fondamentale. Bene anche lanci e cambi di gioco, è una qualità che gli appartiene.

Dribbling: Non cerca quasi mai il dribbling, non è una giocata che gli piace fare. Quando si gira in velocità e usa il baricentro basso per fargli da perno, riesce spesso a superare il suo avversario.

Comportamento tattico

Ruolo: Può ricoprire, e ha ricoperto, tutte le posizioni del centrocampo: trequartista, mezzala e playmaker. Predilige giocare sulla trequarti, dove si deve occupare meno della fase difensiva e può essere più attivo in quella offensiva per inserimenti.

Movimenti: In costante movimento per trovare le zone di luce attraverso le quali possa essere servito. Bravissimo a cercare i buchi nel piano difensivo degli avversari per incunearsi, sia sulla corsa sia ricevendo il pallone sui piedi. Da trequartista, così come da mezzala, capita che la punta (solitamente Benedetto) esca e lui si inserisca al suo posto.

Visione di gioco: Di buon livello, ha una buona capacità di scelta ed è rapido di pensiero.

Key-pass: Di solito è lui a riceverli attraverso i suoi inserimenti, ma gli capita di servire adeguatamente le punte o gli inserimenti dei compagni. Insomma, fa più gol che assist.

Peculiarità

– Il cross con il destro è una delle sue specialità, spesso preciso e ben calibrato.

– Non va a saltare sugli angoli offensivi, resta al limite per calciare da fuori.

– Ottimo tiro dalla distanza, potente e preciso.

Fase difensiva

Comportamento tattico

Posizione: Può essere leggermente distratto nel posizionamento difensivo. In generale, il suo comportamento in fase difensiva è incostante e dipende molto dal momento e dalla partita.

Gestione avversario: Gli piace la lotta e l’essere aggressivo sui portatori di palla avversari. Utilizza l’intelligenza e le qualità fisiche per prendersi un vantaggio sul contendente. Si alza molto in pressione, mentre è meno volenteroso nelle rincorse all’indietro. In generale, a seconda del momento, si applica molto per il recupero del pallone o se ne disinteressa completamente, facendosi saltare agevolmente dagli avversari.

Peculiarità

– Non particolarmente abile di testa, non ha tempismo né elevazione.

– Ha buone letture su dribbling e passaggi avversari, riesce ad anticipare le giocate.


Caratteristiche cognitive/comportamentali

  • Comportamento: Leader in campo, dà ordini ai compagni, parla tanto. Giocatore importante per personalità.
  • Continuità: Continuo in fase offensiva, sempre attivo per movimenti e giocate valide tecnicamente. In fase difensiva, ha le qualità per essere un giocatore importante, ma le fa vedere a sprazzi. Gli manca continuità sotto questo aspetto. Resta, comunque, un giocatore che si fa sempre sentire e che difficilmente fallisce in modo netto la prestazione.

Miglior pregio e peggior difetto

✅ La costanza con cui si propone, rendendosi sempre utile alla squadra grazie ai suoi movimenti.

❌ Gli capita di uscire mentalmente dalla partite in fase difensiva. 




Le 3 domande all’osservatore…

Che giocatore ricorda?

Lorenzo Pellegrini, per movimenti e qualità tecniche, è il giocatore che più gli assomiglia. Sono abbastanza diversi a livello di corporatura e di utilizzo del fisico: Sanson è un giocatore molto più tosto sotto questi aspetti.

Quale potrebbe essere la sua valutazione economica (tenendo conto delle quotazioni di mercato odierne)?

Considerando l’età non più giovanissima, ma anche le ottime qualità, Sanson dovrebbe valere sui 25 milioni.

In un top club che problemi potrebbe avere?

Sanson è un giocatore che gioca già da diversi anni ad alti livelli e con indubbie qualità, e che perciò potrebbe tornare utile a qualsiasi squadra. Gli manca, però, quel tipo di straordinarietà che lo renderebbe titolare di una big. Non a caso, non ha mai giocato nella nazionale maggiore francese.