De… Pau Torres

De… Pau Torres

18 Dicembre, 2019 0 di Alfredo Montalto

Livello: 9

RuoloDifensore centrale
Luogo di nascitaVila-real, Spagna
Data di nascita16/01/1997
ClubVillareal CF
PiedeSinistro
Altezza1.91
Peso80 kg



Momentum

📅  24/09/2019, Barcellona, Barcellona – Villareal 2-1: Nonostante la sconfitta, la prestazione di Pau Torres è sontuosa. Bravissimo in chiusura contro Suarez e Dembelé. Probabilmente, in questa partita dimostra di essere “da nazionale maggiore”.

Caratteristiche fisiche

  • Corporatura: Longilinea, spalle medie, braccia normali.
  • Fisico: Non troppo potente, Pau Torres non ha nell’atletismo la sua qualità migliore.
  • Velocità: Non particolarmente veloce sul lungo, poco fluido. Anche sul breve non è rapido, ma è molto reattivo.
  • Capacità coordinative e utilizzo del corpo:Grandissima elevazione. Molto coordinato e con un’ottima gestione del corpo. Sa far valere la sua fisicità, nonostante non sia possente.
  • Infortuni: Ancora nessun infortunio rilevante.

Caratteristiche tecnico/tattiche

Fase offensiva

Capacità tecniche

Qualità tecniche: Di livello importante, difficilmente sbaglia giocate.

Piede debole: Utilizza bene anche il destro all’occorrenza, verticalizza con entrambi i piedi.

Ricezione: Sempre coordinato ed elegante nel ricevere il pallone.

Passaggi/lanci: Estremamente preciso, sia quando effettua verticalizzazioni rasoterra di 20-30 metri, sia quando effettua cambi di gioco o lancia per gli attaccanti. Non butta mai via il pallone in maniera irrazionale (la classica spazzata), cerca sempre la giocata utile.

Dribbling: Tende a non rischiare, ma gli può capitare di farne quando è certo della riuscita.

Comportamento tattico

Ruolo: Gioca centrale di sinistra nella difesa a 4 del Villareal.

Movimenti: Si propone spesso per impostare il gioco e viene cercato molto dai compagni in costruzione. Il modo di giocare – aggressivo e alla ricerca costante della qualità – di Philippe Clement lo esalta.

Visione di gioco: Di altissimo livello, sceglie sempre la giocata migliore, svolgendo il ruolo di regista arretrato. Anche quando pressato, riesce a trovare il compagno libero a cui servire il pallone.

Key-pass: Pau Torres è un giocatore da key-pass: le sue verticalizzazioni, sia rasoterra che alte, permettono spesso di saltare il centrocampo. Perfetto nell’esecuzione. 

Peculiarità

– Attacca centralmente l’area di rigore sui calci piazzati offensivi.

– È sempre molto pericoloso in area per stazza, tempismo e coordinazione. Di testa è forte anche in fase offensiva.

– Per ora, solo 2 gol in 1 stagione e mezza fra i grandi (l’anno scorso nella seconda divisione spagnola).

Fase difensiva

Comportamento tattico

Posizione: Sempre ben posizionato, Pau Torres è un giocatore preparatissimo tatticamente. Legge stupendamente qualsiasi situazione difensiva. Maestro nelle coperture preventive e capace di capire in anticipo quando deve alzarsi per mandare in fuorigioco l’attaccante.

Gestione avversario: Difficilissimo da superare nell’1vs1, nonostante non sia veloce né potente. Intuisce in anticipo le intenzioni dell’avversario ed è molto reattivo nel suo rispondere alle finte. Si posiziona sempre perfettamente a livello di corpo, non permettendo agli attaccanti di sfruttare il suo tallone d’Achille (la velocità). Alcune sue chiusure su Joao Felix, dimostrano come sappia adeguarsi ad avversari che, per caratteristiche, potrebbero mandarlo in crisi.

Calci piazzati: A uomo, sull’avversario più pericoloso di testa. Bravissimo di testa, spesso la prende lui.

Peculiarità

– Molto aggressivo quando esce sull’attaccante che riceve il pallone per fare la sponda. Non gli permette di girarsi, piuttosto fa fallo.

– Può soffrire in parte attaccanti particolarmente fisici, è un po’ leggero sotto questo aspetto, nonostante sia difficile spostarlo.

– Bravo nelle scivolate, a volte se le concede.

Difficilmente rischia l’anticipo.


Caratteristiche cognitive/comportamentali

  • Comportamento: Guida lui la linea difensiva, dettando i movimenti con le mani. Commette pochi falli ed è un giocatore molto pulito in campo. Intelligente nella gestione delle situazioni, non perde mai il controllo. Fa ricorso al fallo tattico, quando necessario.
  • Continuità: Al primo anno in Liga, viene già chiamato in nazionale maggiore. Super continuo a livello di prestazioni, sta davvero giocando senza pause a livelli impressionanti.

Miglior pregio e peggior difetto

✅ L’intelligenza e la continuità.

❌ La velocità, l’unico suo limite importante.




Le 3 domande all’osservatore…

Che giocatore ricorda?

Alessio Romagnoli – quello attuale, non quello spesso irruento dei suoi primi anni al Milan – lo ricorda per fisico, qualità tecniche e intelligenza tattica.

Quale potrebbe essere la sua valutazione economica (tenendo conto delle quotazioni di mercato odierne)?

35 milioni: al primo anno in Liga, sta facendo una stagione mostruosa. La convocazione in Nazionale, poi, ne accresce il valore. In caso di asta fra le big del campionato spagnolo, potrebbe essere pagato anche di più. Darlo via a meno, invece, significherebbe svenderlo.

In un top club che problemi potrebbe avere?

Al primo anno in Liga, bisogna capire se continuerà a giocare su questi livelli per lunghi lassi di tempo. In più, lui ha sempre giocato nel Villareal, il passaggio in un’altra squadra potrebbe forse incidere sulle sue prestazioni. Sembrano davvero gli unici dubbi per un giocatore che – per prestazioni – sembra già super pronto per il grande salto.